Bed and Breakfast Cagliari | Ca’ del Sol

Castello di Quirra

Castello di Quirra - Ca' del Sol bb Cagliari

Tra i più affascinanti in Sardegna: il Castello di Quirra.

A pochi chilomentri dalle splendide spiagge di Muravera e Villaputzu, sul colle di Cudias,
si erge il Castello di Quirra, tra gli 83 castelli medievali più importanti
della Sardegna. Splendido esempio di architettura militare ma anche civile a cavallo tra
milleduecento e milletrecento, il Castello è stato al centro di contese essenziali
per il controllo dell’isola oltre che di fatti drammatici e…misteriosi!

Castello di Quirra - Villaputzu
Dal Castello di Quirra splendida vista sul litorale del Sarrabus.

Un po’ di Storia.

Edificato dai Giudici di Cagliari nella seconda metà del milleduecento, venne poco dopo
conquistato dal Giudice di Gallura Nino, per poi nel 1324 passare alla Repubblica di Pisa.
Dopo quarant’anni il Castello di Quirra verrà conquistato dall’ammiraglio Francisco Carroz a capo
della flotta aragonese, subendo anche gli assedi, senza successo, della Repubblica di Genova e
del Giudice di Arborea.

Posizionato in strategica posizione, nel territorio di Quirra (oggi chiamato Sarrabus) domina, le
vie di accesso verso le ricchissime miniere dell’interno, fu per questo che i Pisani, perduto il suo
controllo dovettero ritirarsi dalla parte sud-orientale della Sardegna e “accontentarsi” del
cagliaritano e dell’iglesiente ovvero del sud e del lato sud-occindetale dell’isola.
Divenne perciò, stabilmente, proprietà della famiglia Carroz per circa cinquecento anni.

Persa la valenza residenziale, nel 1646, venne occupato da quattrocento naufraghi di una nave da
guerra francese diretta a Napoli, vi si rifugiarono tenendolo solo per poco tempo.
Nel 1839 abolito il sistema feudale in Sardegna, passò a Carlo Alberto di Savoia Re di Sardegna.

Come raggiungere il Castello.

Dal centro storico di Cagliari, dove è situato il nostro b&b Ca’ del Sol, in circa un’oretta di auto si può
arrivare facilmente al Castello dei Carroz nel territorio di Villaputzu (CA).
Più sotto il nostro suggerimento di percorso sulla mappa di Google. 😉
Consigliamo, uscendo dalla città di seguire le indicazioni per la spiaggia del Poetto, per poter passare a fianco
del Parco di Molentargius famoso per la colonia dei Fenicotteri Rosa, quindi percorrere la litoranea SP17 verso Villasimius e la bretella di innesto della nuova SS 125 verso sud-est. Rapididamente potrai arrivare all’uscita
dalla super-strada subito dopo il paese di Villaputzu.

Una splendida escursione.

Parcheggiata l’auto, la salita a piedi alla cime del colle Cudias e ai suoi 296 metri di altezza, ti regalerà una
suggestiva ed unica visione su territori vastissimi che, con il mare del litorale di Murtas e il capo di
San Lorenzo a fare da cornice verso est, è senza dubbio tra le migliori del sud-Sardegna!

La mulattiera che sale è ampia e sempre ben manutentata dal Corpo Forestale, le indicazioni sono
chiare e ben disloccate, scarpe da trekking e una riserva d’acqua sono assolutamente consigliate.
Periodo migliore per l’escursione da novembre ad aprile, potrai così godere delle splendide fioriture
di ginestra e corbezzolo oltre a non incappare nelle torride temperature estive: il Sarrabus, assieme
all’Iglesiente, è la zona più calda dell’isola.

Ecco qualche foto preparata per te:

Misteri e leggende…

La famiglia Carroz, originaria della città catalana di Valenza, ha tenuto il Castello di Quirra per circa
cinque secoli. Tre dei componenti della famiglia, son stati direttamente al centro di queste leggende.
Leggende cruente!

Don Berengario Carroz, Conte di Quirra, fece assassinare nel mastio del Castello, la moglie Benedetta
D’Arborea cugina della celebre eroina Eleonora D’Arborea, accusandola di tradimento per poter sposare
la bellissima contessa Eleonora de Manriquez cugina della regina di Aragona.

Violante II Carroz

La più famosa, tristemente, rimane la storia di Violante II Carroz, contessa di Quirra.
Nata nel 1456, probabilmente in Spagna, si ritrovò a condurre un vastissimo territorio che andava
dall’attuale Ogliastra, al campidano di Cagliari sino all’atttuale regione di Pula con anche vaste aree ai piedi
del Monte Arci, nello specifico il marchesato di Ales (OR).

Avida e rapace da quel poco che le cronache del tempo raccontano, si macchiò di una torbida relazione
con il giovane prete Giovanni Castangia finita, tragicamente, con la di lui impiccagione ed esposizione
del corpo appeso ad una grata del Castello di Barumele ad Ales.
Fu per questo scomunicata e costretta a rifugiare in Aragona, protetta dal Re.
Molti anni dopo fu perdonata e riabilitata, rientrò in Sardegna dove morì nel Castello di Quirra
nel 1510, non prima, di aver fatto nascondere il suo telaio d’oro all’interno di una
delle torri. Fu sepolta nella scomparsa chiesa di San Francesco in Stampace a Cagliari assieme ai suoi avi.

Sa Scala de Sa Contissa

Un’altra leggenda riguardante i Carroz padroni del nostro Castello, racconta di una figlia di un non
meglio precisato conte di Quirra di cui s’invaghì il conte di Mandas, città che era posta sul percorso
che conduceva dal Castello alla città di Ales altra proprietà dei Carroz.

Pur sapendo di non essere corrisposto dalla giovane, accettò la condizione per poterla sposare di
andarla a prendere su di una carrozza trainata da quattro destrieri bianchi percorrendo una salita
impervia e ripida, ancor’oggi chiamata Sa Scala de Sa Contissa in territorio di Armungia (CA).
Il Conte di Mandas riuscì a superare la prova e ad accedere alla dimora della giovane contessina di Quirra
che, condotta verso l’altare però, morì “di dispiacere” tra le braccia del suo spasimante!

Per te uno splendido video sul percorso al Castello di Roberto Bodano.

…e rientrando non perderti la Chiesa Romanica di San Nicola!

Assolutamente devi vederla! Un autentico gioiello a un paio di kilometri dal Castello.
La Chiesa di San Nicola di Quirra ricostruita nel dodicesimo secolo su preesistenti fondazioni bizantine,
dai monaci pisani di Santa Maria invitati nel 1104 dal Giudice di Cagliari Turbino,  è la seconda eretta in
mattoni cotti dell’intera Sardegna. Essendo collocata alle pendici del colle di Cudias, ove sorge il Castello,
la prospettiva visiva è molto interessante. La vicinanza del Riu Durci dona all’ambiente circostante una serena
atmosfera panica. Noterai le indicazioni per la Chiesa vicino allo svincolo della SS125 rientrando verso Cagliari,
ti consigliamo vivamente di non perdertela! Eccoti un paio di foto:

Desideri informazioni sul Castello di Quirra?

Ben volentieri ti risponderemo, tu compila il modulo di contatto a questo link
Se desideri venirci a trovare, dai un’occhiata alle nostre migliori offerte b&b.
Ti aspettiamo!

Testi e foto: © 2020 Daniela e Michele per CadelSol.net

 

Forse può interessarti:

Cavallini selvaggi della Sardegna | Carnevale in Sardegna | Seada golosità di Sardegna

offerte bb cagliari